FORGOT YOUR DETAILS?

Corso di canto moderno di Valeria Fiore

Le corde vocali sono 4, ma quelle che si utilizzano per parlare e cantare sono soltanto 2, quelle vere, che fatte vibrare correttamente con il passaggio dell’aria, danno vita ai suoni.

Per poter cantare per ore senza danni, senza sforzo e con una voce sempre gradevole quindi, il cantante deve imparare a suonare le 2 corde a disposizione, e a produrre una varietà incredibile di suoni e modulazioni  in modo nuovo, attraverso lo studio, l’allenamento e l’autosservazione.

La tecnica del canto è quell’insieme di accorgimenti  necessari ai cantanti  per evitare gravi danni alla laringe e alle corde vocali e per ottenere una voce timbricamente gradevole, potente e con un’ampia gamma cantabile, cioè un’estensione dalla nota più bassa alla più alta in cui il timbro sia omogeneo e l’intonazione corretta e stabile.

Il nostro corso di canto, oltre che istruire sulla tecnica, cercherà di realizzare questo incontro attraverso la passione, il divertimento e la condivisione.

PROGRAMMA DIDATTICO DEL CORSO DI CANTO MODERNO

I anno

-Postura

-Respirazione addominale e costo-diaframmatica

-Esercizi di respirazione corretta

-Esercizi di rilassamento dei muscoli facciali e della lingua per rendere indipendenti i vari organi impegnati nell’emissione del suono

-Conoscenza della morfologia dell’apparato fonatorio

-Teoria e pratica: il Velo Palatino chiuso e aperto

- Gli attacchi

-Esercizi come collegare il respiro al suono dove pensarlo e posizionarlo

-Esercizi per sostenere la voce attraverso l’allenamento dei muscoli preposti

-Arpeggi e scale

-Primi vocalizzi con suoni congiunti ed arpeggi di tre,quattro, cinque note.

-Teoria: i registri di petto e di testa , “mascherare” la voce.

-Esercizi vocali per la percezione dei vari registri e per migliorare la risonanza.

-Teoria: scale maggiori e minori ed esercizi pertinenti.

-Approccio con le canzoni applicando i concetti di tecnica appresi

- Studio del testo con il muto

II anno:

-Ripasso ed applicazione di tutte di tutte le nozioni ricevute nel primo anno

-Esercizi per lo sviluppo degli armonici della voce

-Teoria e pratica: affrontare insieme i problemi legati al cambio di registro e ai cambi di risonanza

-Studio tecnico sul percepire la differenza la differenza dei cambi di registri

-Il Passaggio della voce

-Esecuzioni di brani di medio difficoltà

- Teoria: scala Pentatonica maggiore e minore.

III anno:

-Uso volontario delle risonanze:il palato molle, la laringe e la faringe.

-Apertura sulle vocali

-Esercizi per migliorare lo strumento interpretativo. Per cantare piano le note alte, ripasso degli attacchi, controllo volontario dei cambi di timbro attraverso lo studio delle qualità vocali (Discorso,Falsetto,Sob,Cry, Twang, Belting ed Opera).

-Controllo della Dinamica (da pianissimo a forte e così di seguito)

-Esercizi tecnici di media ed alta difficoltà: con legature, portamenti e vari intervalli.

-Potenziamento dell’emissione ed estensione -Studio dei brani nell’aspetto interpretativo ricercando la propria personalità artistica.

-Teoria: scala Blues maggiore e minore.

- Metodologia dell’improvvisazione

- Capacità di armonizzare

 

N.B.:E’ previsto lo studio della teoria e del solfeggio parlato e cantato in base alla richiesta del percorso da intraprendere: Dilettantistico o Professionale.

corso di canto moderno roma pensagramma
TOP