Gabriele Sorrentino – Chitarra

Chitarra acustica ed elettrica di Gabriele Sorrentino

Gabriele Sorrentino nasce a Roma il 07/02/1979 in una famiglia dove la musica già si respira ogni giorno.

All’eta’ di 5 anni inizia a prendere lezioni di piano e per 5 anni si approccia allo strumento imparando la teoria ed a suonare il piano ma  (raccontano i genitori) “era molto affascinato dalla chitarra e’ quando smetteva con il piano prendeva quella che era in casa e risuonava ad orecchio parte di quello che aveva appena studiato”.

All’eta’ di 10 anni decide di volersi dedicare completamente alla chitarra.

Studia inizialmente con alcuni maestri privati e poi approfondisce gli studi presso scuole di Roma: l’ Accademia di musica popolare di Testaccio e successivamente l’ UM – Universita’ della musica.

Conosce e inizia a collaborare con Maestri grazie ai quali migliora la conoscenza e la consapevolezza musicale. Inizia a misurarsi con l’insegnamento dai 16 anni, innanzitutto privatamente e poi anche in ambito lavorativo, affiancando i propri insegnanti nei laboratori.

Studia e analizza la musica perfezionandone gli aspetti sia armonico (con Dario Benedetti – DHAMM) e ritmico (con Stefano Cavallo – successivamente produttore artistico dei GAZOSA),che gli trasmettono la passione per la musica e l’insegnamento.

Compone musiche di generi diversi, scrive musica privatamente per documentari indipendenti e la colonna sonora per uno spettacolo teatrale.

Si spinge fino alla musica elettronica (alla quale approccia per gioco) e inaspettatamente firma il suo primo contratto discografico con un’etichetta di Pistoia, (la ConFusion) e il suo primo lavoro diventa la colonna sonora per un mese della mostra del Botticelli esposta a Firenze a Palazzo della Signoria nel 2004.

A 23 anni inizia a collaborare con la band dell’ “Anema e Core” di Capri. Seguono diverse stagioni (otto) votate all’ intrattenimento e allo spettacolo, facendo ballare ospiti da tutto il mondo.

Durante le serate si trova spesso a dover accompagnare estemporaneamente (e fuori scaletta) performance con personaggi del mondo dello spettacolo, cantanti famosi, premi Oscar ed ospiti improvvisati dovendo imparare a gestire quindi emozioni, prontezza e leggerezza, facendo dell’esperienza un grande insegnamento pratico ed imparando a rapportarsi in qualsiasi contesto musicale.

Sempre con la stessa formazione, qualche anno dopo, partecipa, a Los Angeles, ai 25 anni dalla consegna dell’Oscar del film “Ladri di biciclette” suonando durante gli Oscar al Kodak Theatre e al Main Chinese Theatre di Hollywood e facendo un tour di feste private a Beverly Hills.

Arrangia il pezzo “Grande Amore” scritto da Francesco Boccia, che verrà poi eseguito da “Il Volo” vincendo il festival di Sanremo.

Ad oggi si esibisce live con progetti musicali originali e cerca di trasmettere musica, attitudine, passione ed entusiasmo ai suoi allievi.

 

Ha condiviso il palco con:

Michael Bublè, Jennifer Lopez, Craig David, Paul Young, Skin, Jay-Z, Beyonce, Estelle, Marc Antony, Tony Renis, Christian De Sica, Gino Paoli, Ornella Vanoni, Lucio Dalla, Claudio Baglioni, Zucchero, Gianluca Guidi, Paolo Meneguzzi, Mario Rosini, Belen Rodriguez, Tullio De Piscopo, Tony Esposito, Sal Da Vinci, Gigi Finizio, Mietta, Marcello Cirillo, Serena Autieri, Rita Pavone, Teddy Reno.